Mal di stomaco in gravidanza: cause e rimedi


Mal di stomaco in gravidanza: cause e rimedi

Il mal di stomaco in gravidanza è un fenomeno assolutamente normale. Anzi, è probabilmente uno dei sintomi che è più probabile avvertire quando ci si ritrova in questo particolare stato. Ma per quale motivo capita che una donna incinta finisca per soffrire di mal di stomaco?

La risposta principale sta nel progesterone, un ormone i cui livelli salgono esponenzialmente quando si è in dolce attesa. L’aumento del progesterone tende a provocare uno stato di rilassamento dell’apparato digerente, influenzando anche la tenuta del cardias, ossia di quella valvola che è deputata a mettere in comunicazione lo stomaco all’esofago. Ebbene, questo cambiamento interno all’apparato digerente crea reflusso gastrico, dando quindi luogo alla comparsa di problemi allo stomaco.


Per affrontare al meglio il mal di stomaco in gravidanza bisogna innanzitutto rivedere un po’ la propria alimentazione. Tanto per cominciare occorre consumare meno cibo e mangiare più spesso: anziché fare pochi pasti e renderli tutti abbastanza sostanziosi, è di gran lunga preferibile alleggerire la quantità di cibo compensandola con l’aumento del numero di pasti nel corso della giornata (anche 5 o 6). In questo modo si evita che lo stomaco si appesantisca oltre il dovuto, soprattutto considerando il fatto che il cardias si ritrova già a dover lavorare molto di più dato che il progesterone in aumento gli crea non pochi problemi (proprio come abbiamo visto poche righe fa).

Per quanto riguarda invece la selezione dei cibi da assumere, è importante, se non proprio fondamentale, eliminare gli alimenti che tendono a creare uno stato di infiammazione: ridurre o eliminare carboidrati, i fritti e gli alimenti acidi è una scelta senz’altro preferibile. Ed è molto meglio a questo punto cibarsi di yogurt bianco e intero (che tra l’altro protegge la mucosa gastrica), e far uso costante di broccoli, lattuga, finocchi (crudi o cotti è indifferente) e avocado.